Le Mostre

Il disco in vinile è un oggetto d’arte. La musica lo è da sempre.
La copertina di un disco non è soltanto la busta che contiene il vinile ma rappresenta la geniale rappresentazione artistica del suo illustratore. Con le copertina, infatti, si anticipa al pubblico l’idea sviluppata dall’artista all’interno del disco; con il passare del tempo questi delicati oggetti che raccolgono il vinile sono stati oggetto di critiche, premi e riconoscimenti.

Attraverso percorsi strutturati e centinaia di copertine di dischi in vinile raccontiamo la storia musicale italiana, in un viaggio emozionante, a tratti divertente, che ha accompagnato la vita di ognuno di noi.
Le visite guidate accompagneranno il visitatore in un percorso interattivo fatto di storie, aneddoti, curiosità e, per che ne fa richiesta, anca tanta musica dal vivo.
Alle mostre è anche possibile affiancare un concerto di circa due ore di musica dal vivo, arricchito da tante storie inedite sulle canzoni, che concluderà il nostro viaggio in un susseguirsi di emozioni da cantare e vivere insieme.

A partire dal 2002 abbiamo cercato di soddisfare le richieste del nostro pubblico realizzando mostre di altissimo valore espositivo. Questi gli eventi al momento realizzati e molti altri sono in fase di allestimento.


LUCIO BATTISTI

La mostra su Lucio Battisti è stata la prima esposizione curata da Musica in Mostra e sicuramente la più richiesta e apprezzata negli anni.
Tutto il materiale esposto proviene dalla Lucio Battisti Collection di Daniele Sgherri e conta oltre 5000 oggetti riprodotti.
Nella mostra è possibile ripercorrere la carriera dell'artista attraverso tutta la sua discografia mondiale in 45 giri e 33 giri. In questa sezione è possibile ammirare le rarissime copie censurate, le cover mondiali dei suoi più grandi capolavori, i dischi con canzoni scitte per altri interpreti e le partecipazioni di Lucio Battisti nei dischi di altri cantanti.
Oltre ai dischi sono presenti tutti gli spartiti delle sue canzoni, le riviste in cui compare in copertina (alcune di queste sono disponibili per il pubblico per la consultazione), i gadget e tante curiosità. Ad impreziosire la mostra vi sono i rarissimi autografi e alcuni oggetti personali dell'artista.
GIULIO RAPETTI MOGOL

La mostra su Mogol è stata presentata direttamente al M° Giulio Rapetti Mogol nel 2016 e per la quale abbiamo ricevuto il suo interesse e apprezzamento.
Si tratta dell'unica esposizione discografica interamente dedicata al grande autore di testi italiano e conta oltre 1000 copertine di dischi a 45 giri inerenti la sua sola discografia italiana.
Attraverso le canzoni di Mogol è possibile ripercorrere la storia della nostra musica leggera e approfondire la discografia italiana di centinaia di artisti la cui carriera è indissolubilmente legata alle canzoni scritte dal Maestro.
Ogni pannello è dedicato ad un cantante, corredato di foto e biografia, e tutte le canzoni da lui interpretate e recanti la firma di Mogol.
Un viaggio dunque che va oltre la discografia di un artista ma che racconta la storia della nostra musica italiana degli ultimi cinquanta anni.
CARLO DONIDA LABATI

Carlo Donida Labati è stato sicuramente il più importante compositore italiano attivo tra gli anni '50 e gli anni '70. Le sue canzoni hanno rivoluzionato la musica leggera italiana sdoganando il concetto di melodia e reinventando un nuovo modo di scrivere "la classica canzonetta italiana".
Con Donida è iniziata la carriera artistica di Mogol, autore con il quale ha firmato oltre 100 canzoni, ma anche il successo di numerosi artisti italiani e internazionali.
Il nome di Donida è anche legato alla storia del Festival di Sanremo, della cinematografia, dei concorsi e dei premi nazionali.
Nella mostra, sotenuta e apprezzata dalla famiglia Donida, viene ripercorsa la carriera artistica del Maestro attraverso la sua vasta discografia mondiale in 45 giri e tutti gli spartiti delle sue canzoni. Un viaggio incredibile dove poter riscoprire che nomi di fama mondiale come, ad esempio, Tom Jones, devono un pizzico del loro grande successo anche al nostro Maestro Donida.

 

 

Informazioni utili per l’organizzazione

Per poter ospitare una delle nostre mostre itineranti è indispensabile seguire, nel modo più attento possibile, le seguenti indicazioni:

  1. E’ indispensabile arrivare con i nostri mezzi nel posto più vicino alla sala espositiva in modo da poter effettuare le operazioni di carico/scarico del materiale.
  2. Se la sala destinata all’esposizione è collocata in una zona della città a traffico limitato, o comunque in una zona pedonale, è necessario, da parte dell’Organizzatore, fornire tutti i documenti e le autorizzazioni necessarie per poter accedere alla sala mostre con almeno uno dei nostri mezzi.
  3. La mostra potrà essera allestita in una o più stanze che dovranno essere sgombre da mobili, sedie o oggetti vari e, soprattutto, pulite.
  4. Per l’allestimento forniamo tutto noi: strutture in alluminio per sostenere i pannelli, impianto audio e musica a tema. Nulla verrà appeso alle pareti ma si utilizzerà solamente il materiale da noi fornito.
  5. L’allestimento verrà eseguito da due incaricati di Musica in Mostra e durante questa fase la sala destinata all’esposizione dovrà essere chiusa al pubblico per non creare situazioni di intralcio e/o rallentamenti.
  6. Dovrà essere messa a disposizione dei curatori una stanza (magazzino/ripostiglio) chiudibile a chiave nella quale poter riporre l’eventuale materiale in esubero, i contenitori, le attrezzature, ecc. che rimarranno sul posto per tutto il periodo della mostra.
  7. E’ auspicabile una conferenza stampa/presentazione inaugurale per introdurre agli ospiti e alla stampa il tema e le caratteristiche della mostra allestita.
  8. Il numero di visite guidate (musicali e non) dovrà essere concordato al momento della richiesta della mostra.
  9. Dovrà essere previsto vitto e alloggio per i curatori della mostra (due persone) per tutto il periodo riservato all’allestimento e alla permanenza in loco degli incaricati.
  10. Ogni mostra necessita di 3/5 ore di lavoro per il suo montaggio. E’ necessario valutare anticipatamente questi tempi in modo da allestire con tutta calma e risolvere eventuali problematiche inaspettate.